.
Annunci online

BACCO
Racconti, pensieri, vita e...



CINEMA (ultimamente)

The Fighter

Il Grinta

Il cigno nero

il truffacuori

L'esplosivo piano di Basil

Il discorso del re

Megamind

Fair game

The road

The american

Repo men

Truman Capote-A sangue freddo

Scott Pilgrim vs World

Devil

Antichrist

L' immortale

Il mio nome è Khan

Shrek e vissero felici e contenti

Pandorum

Cattivissimo me

L'ultimo dominatore dell'aria

Inception

Fratelli in erba

I love you Philips Morris

Alice in Wonderland

Cella 211

Basilicata coast to coast

Toy story 3

Il figlio più piccolo

Shuttler Island

Control - Ian Curtis

Invictus - L'invincibile

Il missionario

Soul kitchen

Revolutionary road

Il concerto

Un prophète - Il profeta

Nemico pubblico

Parnassus - l'uomo che voleva...

Sherlock Holmes

Basta che funzioni

Sette anime

Il mio amico Eric

Lo strano caso di Benjamin Button

Moon

Bastardi senza gloria

District 9

Up

Una notte da leoni

The Wrestler

Stark Trek il futuro ha inizio

Si puo' fare

Wall E

Watchmen

Sicko

Milk

Batman il cavaliere oscuro

Gomorra

La vie en rose

Gran Torino

Agente smart casino totale

L' ultimo inquisitore

The Mist

Giù al nord

La ricerca della felicità

Il grande capo

Into the Wild

L'amore secondo Dan

Strafumati

Inside man

Romanzo criminale

Vero come la finzione

Shortbus

Super Nacho

Ray

Io robot

Ratatouille

Un'ottima annata

Dogville

V for vendetta

Sideways (in viaggio con Jack)

Minority report

Match Point

Non è un Paese per vecchi

Giù per il tubo

Supersize me

Mi fido di te

Sin City


 

CANNABIS MEDICA OLANDA
CANNABIS MEDICA CANADA
CANNABIS MEDICA U.S.A.

Libro Bianco
Rapporto Roques

Rapporto dei Lord


 

E' ora di piantarla! Home Page

I vizi si trasformano in virtù

Ricordo di un amico

Ricordo Vinicio Capossela

Il jazz è improvvisazione

Malinconia di Novembre

L'immagine “http://www.provantage.com/LG_APLC.GIF” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

 

 

 

 

10 giugno 2014
Temo che... si!
Temo che tutte le donne apprezzino la crudeltà, la crudeltà pura, più di qualsiasi altra cosa. I loro istinti sono meravigliosamente primitivi. Le abbiamo emancipate, ma esse rimangono schiave sempre in cerca di un padrone. Amano essere dominate.
— Oscar Wilde

eroticwitch:BY VLAD GANSOVSKY.




permalink | inviato da AndreaBac il 10/6/2014 alle 17:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
10 giugno 2014
sentimenti
Inerme
Qualcuno mi protegga da quello che desidero o almeno mi liberi da quello che vorrei.
— Vinicio Capossela


Requiem Magnolia for Renato Buontempo - Lecco - May 10 2014www.renatobuontempo.it



permalink | inviato da AndreaBac il 10/6/2014 alle 15:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
3 maggio 2014
DIARI
Il guado

Questo che segue non è “farina del mio sacco”... e lo dedico a tutti quei esseri umani che hanno e stanno passando specifici periodi molto difficili della loro vita:



Ci sono periodi in cui ti sembra di sbagliare tutto: le scelte, le cose da fare, quelle da dire. Come per una specie di vortice senza fine, quelle che ti sembrano ottime idee, le frasi e le battute che hai creduto neutre e hai fatto mille volte ti si rivoltano contro come una specie maledizione, le scelte hanno conseguenze imprevedibili, le parole vengono caricate di significati che non volevano avere, certe persone si allontanano, i legami vanno in mille pezzi.... per quelle che sembrano un cumulo di malintesi, equivoci o semplice sfortuna.

Con il tempo, forse, impari che certi periodi non sono nemmeno colpa tua. Capita quando ti stai trasformando, e forse le gaffe inconsce sono davvero il segnale che la tua mente ti dà per costringerti a cambiare cose che altrimenti nella tua pigrizia non muteresti mai di proposito. La mente gioca sporco per farti prendere quelle decisioni che rimandi da troppo, ti vuole mettere davanti al fatto compiuto:che certi rapporti andavano cambiati, certe abitudini abbandonate per non fossilizzarsi lì, certe piccole ipocrisie tenute in piedi da troppo per paura di soffrire vanno demolite e distrutte, perché strascinarle ti fa alla lunga più male che non il taglio netto... ho sempre odiato i tagli netti.

Il brutto dei periodi di passaggio è che non sai mai dove il passaggio ti porta, e il terrore è che ti porti al nulla: che non sia un passaggio, ma un salto nel vuoto e tu ti stia lasciando il meglio della tua vita alle spalle. È che i cambiamenti si possono valutare solo quando sei arrivato da qualche parte, e non mentre fai la strada. Mentre sei per strada vedi solo le cose che ti lasci alle spalle, cui eri affezionato, e non ti piace nemmeno un po’. Chi sta’ in mezzo al guado vive sempre la sottile paura per come sarà la riva dall’altra parte.

Ecco, adesso sono in mezzo ad un guado. Non so nemmeno come ci mi sono ritrovato, più che una scelta è stato un cumulo di circostanze a portarmi qui, senza che lo decidessi davvero; ma almeno capire dove si è... è già un principio per orientarsi, e adesso mi sa che mi tocca camminare ed andare avanti senza guardarmi troppo indietro, perchè ora tutto è possibile.


Buona vita


PS Ringrazio Galatea per il post




permalink | inviato da AndreaBac il 3/5/2014 alle 7:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
5 aprile 2014
Cuore spezzato






Maneggiare  con cura



permalink | inviato da AndreaBac il 5/4/2014 alle 6:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
31 dicembre 2013
DIARI
ADESSO

Sorridi, e il mondo sorriderà con te. 
Piangi, e piangerai da solo.

W.Shakespeare




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. amore delusione felicità vita tristezza sorridi

permalink | inviato da AndreaBac il 31/12/2013 alle 20:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
31 dicembre 2013
DIARI
DOPO



permalink | inviato da AndreaBac il 31/12/2013 alle 20:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
31 dicembre 2013
DIARI
PRIMA







permalink | inviato da AndreaBac il 31/12/2013 alle 20:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
24 novembre 2013
DIARI
quattro mesi dopo

dopo
tanto 
tempo
tanti 
magoni
mandati
 giù
tanta
tristezza
rabbia
dolore
dopo
essere
stato
quello
che sono
stato

ho pianto





permalink | inviato da AndreaBac il 24/11/2013 alle 8:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
3 novembre 2013
DIARI
Al solito posto

A:"Buongiorno"


B:"Buongiorno e chiuda la porta..."


A:"Piacere di rivederla, ma non so' da dove cominciare..."


B:"Per iniziare preferisce sedersi o stendersi..."


A:"Preferisco stendermi, grazie"


B:"Dica pure... ascolto."


 A:"Allora, è ormai da diversi mesi che mi sembra di vivere un sogno... diciamo che assomiglia molto ad un incubo, ma non è proprio un incubo... sono sempre più confuso....non capisco"


B:"Parli pure liberamente e mi dica le sue sensazioni, io sono qui per darle tutte le risposte che vuole"


A:"Le mie sensazioni, giusto. Diciamo che mi sembra di essere fermo..."


B:"In che senso?"


A:"Nel senso che a livello emotivo vivo sempre lo stesso... più precisamente gli stessi stati d'animo."


B:"E' quali sono questi stati d'animo?"


A:"Diciamo che... faccio fatica a spiegarli... comunque, in questi mesi se va bene ma proprio bene non sento assolutamente niente e non ho nessun tipo di emozione... invece nella maggior parte del tempo homale, ma male.... non so' come definire il dolore, ma sembra che...."


B:"E cosa è peggio? Il dolore e il sentirsi male o il non sentire niente...il non avere alcuna emozione?"


A:"Non lo so'... effettivamente non ci avevo mai pensato... non saprei, ma mi sembra di morire.... capisce."


B:"Capisco... ma non muore, giusto?"


A:"Effettivamente no, sono ancora qui, quindi non sono ancora morto, vero?"


B:"Vero... anche se dipende dai punti di vista. Comunque, andiamo avanti... in questo momento dove pensa di essere?"


A:"Ehm, mi sta' prendendo in giro?"


B:"No, sono serissimo... mi dica dove pensa di essere in questo momento?"


A:"Steso in uno..."


B:"Non a livello fisico, ma a livello mentale"


A:"Ah! In quel senso... non saprei... in una specie di limbo?"


B:"Non esattamente, diciamo che si trova a un livello..."


A:".... sono all'inferno?"


B:"….si, possiamo dire che a livello emotivo si trova all'inferno"


A:"E adesso che mi trovo all'inferno come faccio a risalire?"


B:"Non lo so', ma soprattutto non mi importa....”


A:"Come non importa.... io sono venuto apposta per farmi aiutare... e non importa, ma come?!!"


B:"Certo che non mi importa.... perchè desidero che lei continui a rimanere all' inferno... non mi ha riconosciuto?"


A."Oh! Mi scusi, adesso che la guardo meglio ho capito chi è...devo aver sbagliato posto, adesso me ne vado"


B:"Come desidera, ci vediamo domani?"


A:"Perchè dovrei tornare domani, io voglio stare meglio di così"


B:"Ne è veramente sicuro?"


A:"Certo che che ne sono sicuro, perchè?"


B:"Niente, ormai è da molto mesi che ogni giorno viene in questo posto e quindi pensavo che...."


A:"..... alla solita ora domani?"


B:"Certo, alla solita ora e buon lavoro"


A:" Grazie... e buonagiornata. " 




permalink | inviato da AndreaBac il 3/11/2013 alle 7:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
7 ottobre 2013
DIARI
Ricordo di un "amico"
Ricordo di un amico, ricordo di un addio.

Suicidio

Ricordo il tuo modo di prendere la vita.
Ricordo il tuo sguardo tra l'inquieto ed il tagliente.
Ricordo il tuo sorriso, quasi sempre a denti stretti.
Ricordo i tuoi ideali sempre più estremizzati con il tempo.

Voglio una sigaretta, grazie.

Ricordo un ragazzo troppo maturo.
Ricordo un uomo serio, ma non troppo.
Ricordo il tuo modo di scherzare.
Ricordo la dolcezza dietro alla durezza apparente.

Un' altra sigaretta, grazie.

Ricordo il tuo modo di parlare nervoso e sicuro.
Ricordo il tuo modo di ridere.
Ricordo il tuo modo di ascoltare.

Ricordo il dolore nei tuoi occhi.

Sigaretta... no grazie, non fumo più.

Ricordo che non siamo mai stati amici... ma solo conoscenti.
Ricordo i tuoi amici attorno a te... cosi vicini, ma cosi lontani.
Ricordo persone come te che hanno tante persone vicino, ma non sapranno mai...  come ti senti veramente dentro.
Ricordo... di te.

Suicidio.



permalink | inviato da AndreaBac il 7/10/2013 alle 16:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 447434 volte