Blog: http://BACCO.ilcannocchiale.it

Il martello che batte: legalizzare tutte le droghe.

Eddie Ellison ex ispettore di Scotland Yard, auspica che tutte le droghe, dalla marijuana alle metamfetamine, dagli oppiacei alla cocaina siano legalizzate. Ma egli si spinge anche oltre, auspicando per i tossicodipendenti una dose fornita dallo Stato. Per Ellison la proibizione costa alla collettivita’ molti soldi senza essere realmente efficace, se non per i criminali. L’ispettore e’ stato in visita a Melbourne e in Nuova Zelanda, con l’associazione American-based Law Enforcement Against Prohibition (Leap), che sta conducendo una campagna per la regolazione delle droghe e contro il proibizionismo. Ellison, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stmapa locale: richiamando lo status quo del suo Paese, ammette che si stiano facendo dei passi avanti, e aggiunge: “La proibizione non serve a nulla. Peggiora solo la situazione. Gli eroinomani e i consumatori di droghe pesanti dovrebbero ricevere una dose di droga stabilita, cosi’ che non compiano atti criminali. Se fosse garantita la droga a basso costo, i tossicodipendenti potrebbero continuare a vivere la loro vita. Gli eroinomani arrivano a rubare fino a 5000 sterline al giorno (poco piu’ di 7000 euro) per un vizio che ne costa solo 500 (poco piu’ di 700 euro), mentre al Governo costerebbe solo 1,25 sterline (quasi 2 euro)”. Ellison a proposito della sua permanenza a Wellington, in Nuova Zelanda, si e’ dichiarato sorpreso dalla mancanza di dibattiti sulla legalizzazione delle droghe, nonostante gli incontri con responsabili del Governo. “Non ci sono dubbi che ci siano discussioni sulla politica delle droghe, ma questi non avvengono in arene pubbliche”. Prima di collaborare con la Leap, il detective ha lavorato per trenta anni nel dipartimento antidroghe della London Metropolitan Police. Fonte: Aduc Notiziario droghe

Pubblicato il 22/4/2004 alle 15.46 nella rubrica Il Martello che batte.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web